venerdì 19 marzo 2010

Pro Evolution Per una Tv migliore


PRO EVOLUTION

FIRMIAMO UNA PETIZIONE PER CANCELLARE UOMINI E DONNE
UNA TV CHE NON SI Può PIU'VDERE, SENTIRE ED ASCOLTARE


Che la Tv non sia più Tv questo è un dato di fatto, sconcertante ma vero. La ricordiamo quando fece la sua prima comparsa, era un mezzo di comunicazione importante dove la cultura veniva trasmessa a tutti, si potevano seguire le puntate dell’Odissea, le avventure d’amore di Renzo e Lucia, i Malavoglia ecc. e dove i personaggi che entravano nelle nostre case le arricchivano, Ungaretti ne è un esempio.Ma oggi cos’è la TV?Una scatola nera, un mix di volgarità, un mezzo con il quale gli Italiani imparano ad essere stupidi e strumentalizzati.Di programmi spazzatura ne siamo pieni e diciamo che ne abbiamo piene le scatole:

1. Lucignolo bella vita: già il titolo non fa presagire nulla di buono. Intendono mostrare un mondo giovanile che alcune volte corrisponde al vero, soltanto che esiste una differenza non sottile tra elogiare e criticare, non è giusto né normale considerare certi comportamenti che non lo sono e mostrarli con accondiscendenza, non aiuta di certo a migliorare la situazione già abbastanza critica. Mostrano la vita della notte, le notti brave in discoteca, festini, gnocche, un mondo di paillette e sesso molto discusso. L’apoteosi è stata raggiunta dal personaggio di Melita la Diavolita l’esempio di tutto ciò che una donna non dev’essere. Interessante è l’intervista a Brachino che troverete su www.tvblog.it. Decanta due servizi dalla dubbia riuscita ma che nel contesto donano una nota forse un po’ più seria, ma non tiene in conto di tutto un programma.

2. Uomini e Donne un’altra baggianata colossale, firmata mediaSeT, ma dov’è finita quella stessa rete che una volta firmava programmi come BIM BUM BAM? Analizziamo il programma: un insieme di oche e polletti messi assieme, un pubblico che osserva il corteggiamento degli idioti, donne se così possono essere chiamate mezze nude, uomini con la camicia aperta che mostrano il petto villoso. Ma in tutto ciò il cervello? Dov’eravate quando Dio li distribuiva…? National Geographic è stato infatti contattato per seguire da vicino il corteggiamento di questa strana specie.

3. IL GRANDE FRATELLO, LA FATTORIA, IL CIRCO, LA MONTAGNA, LA CASCINA, LA CASA SULL’ALBERO ECC… Chiamati Reality Show non si sa perché, dato che si scostano dalla realtà in modo molto netto e nitido. Ha dato voce e fiato a degli inetti, ne ha fatti dei presunti vip, VERI IMPORTANT PIRLA. Anche qui National Geographic ha ringraziato, stanno infatti studiando il comportamento bizzarro di questa specie. Dovremmo chiamarli Horror Show altro che Reality, gliela facciamo vedere noi la REality.

4. Dulcis in fundo, il BAGAGLINO E TUTTO CIO’ CHE NE è DERIVATO. Non ho mai capito il senso di quel programma, comico non è, ALE E FRANZ, ALDO GIOVANNI E GIACOMO, fanno comicità, Satira non credo, SABINA GUZZANTI, CORRADO GUZZANTI, SERENA DANDINI, loro fanno Satira. Indiscutibile è il fatto che per poter essere comici e personaggi satirici esige un certo tipo di livello e cultura. Dubito che personaggi convinti di essere anche imitatori e 7 o quante erano “Donne in Tanga” possiedano quel tipo di bagaglio, diciamolo pure che hanno un “bagaglinO” culturale.

ALLORA CHI è CHE FIRMA PER BUTTARE QUESTA TV ALLA DISCARICA?

Nessun commento :

Posta un commento