martedì 10 agosto 2010

La notte delle stelle, si proprio cadenti





Oggi è San Lorenzo la notte delle stelle cadenti, uno dei momenti più romantici che si potrebbero vivere, proprio da film, Io, Lui il cielo e le stelle. Invece il mio lui gioca al computer!!!

Per quanto io mi sforzi, non riesco a capire che cosa'abbia in testa il mio Lui.
Se fossimo sposati da 20 anni potrei capire questo ognuno fa quello che gli pare, ma dopo 5anni beh la cosa mi sembra un po' prematura.
Il mio Lui ha il pallino del PC, cioè lui ci gioca, nulla da dire anch'io e devo dire che questa passione ci avvicinava, fin quando non ha deciso di viverci su quel computer, adesso munito di microfono e cuffie un programma che permette di parlare, una buona dose di ragazzi, come lui amanti del PC, non fa altro che parlare, ridere scherzare il tutto ovviamente continuando a giocare. La cosa divertente è che bisogna stare zitti, non si può far casino perché se no si sente, quindi lui fa un chiasso mostruoso io devo stare zitta.
Se poi provo a fargli una domanda lui non risponde, mi urla dietro, della serie:

Io: sto uscendo arrivo subito
Lui: E SII III.

Ecco oppure non sente per cui devo ripetere le cose un miliardo di volte finché scocciata non urlo come un lamantino e lui scocciata ribatte di non urlare.
Non è come essere soli in casa perché la cosa non mi dispiacerebbe, è come essere soli chiusi in una scatola.
Se devo passare l'aspirapolvere è una lotta all'ultimo sangue, solitamente dopo il 3°round vinco io, dato che pulisco nel mio UNICO giorno libero.
Invece non riesco a scaricare nulla dal PC perché se no il gioco "Lagga".
Per guardare un film assieme bisogna fare domanda in carta bollata, dev'essere poi letta, sottoscritta e firmata.
Quando compro un film che è una Novità, con lui fa presto a diventare datato.
Mi ricordo un po' di tempo fa, aveva portato il suo PC ad aggiustare, non vi dico, è stato una settimana senza, sembrava in crisi d'astinenza, o in fase depressiva, girava per casa parlando solo del suo computer, si fermava e guardava il VUOTO lasciato, la sera finalmente si guardavano un mucchio di film assieme, così io contentissima e lui lì che guardava solo perché non poteva fare altro.
Il giorno che è arrivato era così contento, che nemmeno quando torno dopo 20 gg io è così.
Niente è inutile chi è causa del suo mal pianga se stesso si dice e così io l'ho scelto e io me lo tengo.

Nessun commento :

Posta un commento