giovedì 2 giugno 2011

L'amore verità o illusione



Ma cosa significa amare?
In un post su un forum che seguo c'era una discussione sull'amore e se questo fosse una fregatura.
Ovviamente ho risposto e la risposta è stata no, non lo è. ma quello che mi domando è il perché per la maggior parte in realtà lo è?
Perché non è facile riuscire a trovare l'altra parte dell mela?
Come premessa c'è da dire che io sono un'inguaribile romantica, sono una di quelle persone che detesta il principe azzurro ma sogno di trovarlo.
L'Amore è per me qualcosa di reale e surreale, no può essere spiegato con cinismo definendolo una reazione chimica e non si può nemmeno decidere di amare con un contratto a termine. L'amore è qualcosa che va oltre il ragionevole dubbio, perché non ci può essere razionalità dove c'è amore.
La razionalità arriva dopo e questo è il motivo per cui le storie non hanno seguito, oggi non esiste lo spirito di sacrificio, come ho scritto in un post del forum, noi non siamo più in grado di amare perché non sappiamo mettere qualcun'altro prima di noi. Siamo talmente presi da noi stessi, dalle nostre sofferenze dai nostri momenti di crisi dalle nostre gioie che ci dimentichiamo di non essere soli.
Tante volte agiamo senza pensare ma cosa ne penserebbe lui o lei se fosse con me, come la prenderebbe?
Non voglio sminuire l'IO, ma tante volte perché tale,non diventa NOI.
Al giorno d'oggi siamo così tanto occupati a perseguire la felicità personale da anteporre i nostri bisogni a quelli del partner e questo accade anche con i figli. Perché abbiamo perso l'umanità?
Se prima si arrivava a casa e si chiedeva "ciao amore come stai" oggi è diventato quasi per tutti:
"Ciao amore oggi è stata una giornata schifosa, io sto da cani" e l'altro dov'è?
Così cominciano i problemi, così si è perso il dialogo, così ci s sente soli.
E' vero l'amore non è eterno, e la cosa più sbagliata è voler forzare un rapporto quando questo è finito. Anche se si è sposati da 30'anni quando finisce bisogna ammetterlo e andare avanti, bisogna capire che le cose non vanno più e l'abitudine non è amore.
La cosa difficile oggi è però arrivarci a 30'anni assieme.
I problemi sono immensi i soldi, il lavoro le insoddisfazioni personali riversate su un altro che diventa in un qual modo il "capro espiatorio" e "uccidendolo" non toglie certo i peccati del mondo, tanto meno i nostri.
Io ho una relazione ormai saranno 6anni, e in questa relazioni i problemi alcuni seri altri più che seri non ci hanno fatto finire di essere una coppia, la tentazione di dire basta da parte di tutti e due è stata grande, è stato grande il desiderio di poter ricominciare da 0 senza problemi. Ma ogni volta che il pensiero mi sfiorava, subentrava l'altra parte, e cosa ne sarà di noi, come fai a buttare tanti sacrifici fatti assieme, come puoi non dare un altra possibilità a questa storia, se lo merita, è stata dura ma l'abbiamo percorsa assieme, e così tutti e due si ricominciava ma da dove avevamo lasciato assieme senza mai lasciarci.
Questo è l'amore saper percorrere la strada più lunga senza scorciatoie. Nessuno può dire quanto sia lunga questa strada, puo'essere un sentiero di pochi metri, può essere una strada che dura anni o una super strada che dura una vita, ma qualunque sia la durata, la cosa importante è camminare assieme e più importante ancora è aspettare per tutta la durata di questa avventura il compagno/a che si è fermato un attimo a prendere fiato.

2 commenti :

  1. Che bella la tua riflessione e non può che trovarmi d'accordo dati i miei 42 anni di matrimonio. Se non sei più disposta a dare più di quanto ricevi è meglio riflettere, anche dopo tanti anni insieme. Un abbraccio Emma

    RispondiElimina
  2. Ciao Emma!!!
    Sono davvero contenta di sapere di non essere l'unica a pensarla in questo modo;
    un abbraccio anche a te e scusa il ritardo

    RispondiElimina