giovedì 24 novembre 2011

Eccoci di ritorno dal viaggio a 4 Zampe

Buon giorno a tutti
sono rientrata dalle mie ferie e adesso vi racconterò del viaggio con Miss Kitty.
All'andata non ho avuto nessunissimo problema, sia  in treno che in aeroporto, hanno soltanto controllato la prenotazione e tutto ok.
Il problema l'ho avuto con una ditta di trasporti che mi ha fatto pagare € 8.50 per la gattina, una maggiorazione del bliglietto sarebbe stat più che sufficente, dato che non occupa un posto a sedere.
Il secondo problema mi si è presentato al ritorno in aeroporto, premetto che durante le varie telefonate non mi era stato richiesto ne libretto ne altro tipo di documentazione, l'unica richiesta era una gabbietta con misure specifiche e ne ho comprata una appositamente per il viaggio.
Al chek-in ho beccato un idiota che ha fatto una miriade di domande e io gli ho spiegato che nessuno mi ha informato delle relative documentazioni e che non mi sono state richieste nemmeno all'andata, così con una faccia un po scocciata mi ha detto che comunque, se il comandante non accettava la mia micia stavamo a terra, poi non contento ha avuto da ridire sui bagagli, sforavamo di 1,5 Kg e in tutto questo casino mi ha fatto semplicemente togliere il notebook che pesa 500gr. Diciamocela tutta questo aveva voglia di rompere le balle, tanto che saliti in aereo nessuno ci ha detto nulla e ci hanno fatto accomodare nei primi posti.
Sono sincera non ho avuto intoppi, ma purtroppo mi sono resa conto che davvero tutto dipende da chi trovi, perché a quanto pare non esistono regole precise e come avevo scritto, sembra sia la legge del Far West, ognuno ne inventa una sua.
Spero di non aver problemi la prossima volta.
La cosa che più mi infastidisce è che si dovrebbero agevolare i viaggi con gli amici a quattro zampe, non si può fare campagne contro l'abbandono e poi creare problemi su tutti i mezzi perché porti con te il tuo animaletto, con questo non giustifico l'abbandono piuttosto non parto e sto a casa, ma credo che non ci sia però la volontà di migliorare i servizi e soprattutto migliorare i dipendenti, perché, come nel mio caso , la ditta non ha dato problema è stato un loro dipendente.
Per quanto riguarda il viaggio di andata ho dovuto dare le gocce e giuro è una cosa che non farò più se non in caso strettamente necessario, perché vederla in quel modo con gli occhietti un po chiusi e un po aperti che cercava di uscire, un po aggressiva, mi ha fatto impressione.
Così al ritorno mi sono equipaggiata, gli ho messo un cuscino in più, poi ho coperto la gabbietta con un telo ed è stata bravissima, ha dormito quasi tutto il tempo e non era per niente aggressiva.
Quindi un consiglio per tutti se già non lo avete sperimentato usate un telo.
Comunque alla fine ci siamo riusciti e sono stata felicissima di averla portata con me.


Nessun commento :

Posta un commento