venerdì 25 novembre 2011

I film di questa settimana




Il primo film racconta la storia di una delle mie artiste preferite:
-La vie en rose di Olivier Dahan. Con Marion Cotillard, Sylvie Testud, Clotilde Courau, Jean-Paul Rouve, Pascal Greggory. Titolo originale La Môme.
Il film racconta la travagliata vita di Edith, vissuta nei sobborghi parigini, abbandonata dalla madre, cresciuta
tra prostitute, artisti del circo, circondata d alcool e povertà, finché grazie alla sua bellissima voce camaleontica e magnetica riesce a diventare "Piaf- Passerotto", così chiamata per il suo gracile fisico, artista amtissima e affermata.
Una vita di sofferenze tra malattie e amori. Una donna che trova rifugio nel canto sua grande passione e ragione di vita.

Per chi conosce già la storia di Edith Piaf non avrà molti problemi nel seguire il film, mentre per chi non la conoscesse troverà un po' di difficoltà, dato che il film è raccontato tramite flashback, ricordi dell'artista che in alcuni casi non sono molto collegati tra il presente e il ricordo.
Comunque consiglio vivamente questo film , che vanta ovviamente una stupenda colonna sonora.


Il secondo film è la storia di un altra mia artista preferita:
-Frida di Julie Taymor. Prodotto e con Salma Hayek che interpreta Frida, Alfred Molina, Geoffrey Rush, Antonio Banderas, Valeria Golino.
La pellicola è tratta del libro Frida: A Biography of Frida Kahlo di Hayden Herrera.
Anche qui si racconta di una vita travagliata e di questa grande artista.
Frida è stata una grande protagonista nel campo artistico quanto nel campo sociale, attivista del partito comunista messicano si riteneva figlia della Rivoluzione Messicana e insieme a suo marito l'artista Diego Rivera.
Colpita dalla sfortuna sarà vittima di un incidente d'auto che la costringerà a letto molto tempo, ed è qui che comincia a dipingere se stessa.
Una artista surreale che racconta i suoi autoritratti circondati dai suoi drammi reali e interiori, capace di ritrarre il particolare dei suoi modelli. Frida fu un personaggio ricco di sfumature tra amori maschili e femminili, tra personaggi illustri sarà però sempre Diego il suo unico e vero amore.
Il film è molto bello, capace di appassionare e coinvolgere, Salma Hayek è stata una grandissima e bravissima Frida.
Una curiosità, alcuni dipinti che nel film vengono attribuiti a Frida sono in realtà opera si Salma.
Una stupenda colonna sonora fa da complice per questo film che secondo me è assolutamente da guardare.




Per ultimo:
-Amami se hai il coraggio di Yann Samuell. Con Guillaume Canet, Marion Cotillard, Thibault Verhaeghe, Josephine Lebas Joly, Emmanuelle Grönvold.
Cosa dire di questo film????La storia narra la vicenda di due bambini che per riuscire ad affrontare la dura realtà, Julien (Guillaume Canet), con la madre malata e in fin divita e un padre che fatica a capirlo e Sophie (Marion Cotillard) bambina polacca e povera derisa dai compagni di scuola, decidono di inventare un gioco.
Un gioco con una scatola e con delle sfide che li condizionerà anche nell'età adulta, tutto per non rifiutarsi  di giocare.
Un gioco per il quale, forse tante cose sarebbero state diverse.
Sarà una vita prima tra amici, poi tra amore e odio, un film ovviamente un po' surreale, un po' strano,un film che mi è piaciuto tanto e che consiglio di guardare però del quale cambierei sicuramente il finale, l'unica pecca del film, secondo me.

video


2 commenti :

  1. Amami se ha il coraggio è molto bello,è uno dei miei film preferiti.vieni a vedere il mio blog è seguimi se ti và,l'ho appena aperto ;)
    http://audreysarmistice.blogspot.com/

    RispondiElimina
  2. ho guardato "amami se hai coraggio" e mi è venuta troppa ansia giuro!!! non sono riuscita a dormire quella notte... sono troppo condizionabile ahahhaha
    Gli altri non li conosco e seguirò il tuo consiglio di guardarli!
    Un saluto e passa a trovarmi,c'è un nuovo post a cui mi farebbe piacere un tuo parere
    Valentina

    RispondiElimina