domenica 6 maggio 2012

An Education





Il Libro delle due Settimane



 An Education



Il libro di An Education è la sceneggiatura dell'omonimo film che vi ho consigliato qualche tempo fa.
Il libro è tratto dai racconti autobiografici di Lynn Barber,.
La trama è la stessa del film, Jenny una ragazzina di 16 anni, suonatrice di violoncello, ottima studentessa tanto da sognare Oxford, viene sedotta da David 35 anni, un uomo appassionato di arte e musica, interessi comuni che spingono i due ad intraprendere una relazione. David riesce persino a convincere la famiglia, soprattutto il padre,un uomo tutto d'un pezzo e conservatore.
Inizia così questa doppia vita, tra scuola e coppe di Champagne, Jenny impaziente di crescere, trascura gli studi, catapultata da David nella vita londinese che ha sempre desiderato.
Tra concerti, mostre e feste arriverà persino a Parigi città preferita,
ma una scioccante verità su David sconvolge i suoi equilibri, mettendola di fronte a delle scelte.

Un libro bellissimo edito da Guanda e scritto da Hornby Nick, che con la sua ironia, racconta di una ragazza che sta crescendo e di un paese Londra che negli anni '50 sta vivendo un cambiamento dalla tradizione alla modernità


Jenny: Studiare è duro e noioso.Insegnare è duro e noioso. Quindi quello che lei mi sta dicnedo è che sarò annoiata, e annoiata, e poi ancora annoiata, ma questa volta per tuta la vita. Tutto questo stupido Paese è annoiato. Non c'è vita, nè colore nè divertimento. Probabilmente tanto vale che i russi vengano a buttarci una bomba atomica al più presto. Quindi la mia scelta è tra fare qualcosa di duro e noioso e sposare il mio...il mio ebreo e andare a Parigi e a Roma, ascoltare Jazz, leggere, mangiare ottimo cibo in bei ristoranti e divertirmi. Non è sufficente darci un istruzione ormai, Miss Walters. Ci dovete dire perchè lo state facendo.
Preside: Non c'è soltanto l'istruzione, sai. C'è nache la Pubblica Amministrazione.
Jenny: Non volgio essere impertinente Miss Walters. Ma questo è un argomento che dovrebbe ripassare. Non si sà mai. Qualcun altro potrebbe voler sapere lo scopo di tutto questo, un giorno

Nessun commento :

Posta un commento