lunedì 6 agosto 2012

La mia scelta Vegetariana




La mia scelta Vegetariana

Tutto nasce quando all'età di 12 anni ho deciso che uccidere esseri viventi per mangiarli era una cosa crudele e innaturale.
L'uomo non è nato carnivoro!!!
Ho avuto una famiglia che ha appoggiato la mia scelta e mi ha aiutata in questo percorso davvero lungo, perché il mondo per un vegetariano è pieno di insidie.
La prima persona che oltre ad appoggiarmi mi ha seguita è stato il Nonno, diventato vegetariano anche lui ed oggi anche la Mamma.
Ho dovuto lottare con molti pregiudizi stupidi, soprattutto per la giovane età, era una critica continua, a me e a mia madre che mi permetteva di fare questa “follia”, insomma un cammino in salita.
Ci siamo informate, abbiamo letto molto, abbiamo sostituito i cibi incriminati con altri cibi molto più proteici della carne, che per molte persone sembrano novità esotiche ma in realtà non lo sono.
A tutti quelli che mi dicono che la carne fa bene, beh ormai sono 15 anni che non ne mangio e non ho avuto nessun tipo di problema, nessuna carenza, anzi ho giovato di forti benefici;
Mangiare carne fa male e vi consiglio di leggere questo articolo molto esaustivo che spiega alcune cose, ovviamente è pieno di testi, di scienziati e medici che oggigiorno finalmente non raccontano più la favoletta sulle proprietà benefiche dei cadaveri.
Come dicevo, il percorso è molto lungo, soprattutto per me che ho scelto questo tipo di alimentazione per una motivazione etica, cioè il diritto alla vita di qualsiasi essere vivente.
L'alimentazione è stato il meno sono sincera, seguito dall'abbigliamento, che al contrario è un disastro, vestirsi è un vero problema, mi sono scontrata con delle verità che non conoscevo, ho scoperto che per molte cose l'animale viene maltrattato e torturato ad esempio per lana , ho erroneamente acquistato calzatura in pelle fino i 15 anni, poi abbiamo cercato questi materiali sintetici, insomma un disastro, il mercato non si è ancora sviluppato bene, molte calzature sono troppo costose e molte di queste sono ahimè orribili;
Poi è seguito il discorso cosmetici, creme, bagno schiumi, detersivi per la casa, tutto ovviamente non testato su animali.
Il campo medico è quello più crudele sia per le cavie che vengono utilizzate, che per chi come me non può fare a meno di curarsi se sta male, e che, per una obsoleta e stupida legge il medicinale per essere immesso sul mercato deve per forza essere prima testato su animali, leggete anche questa pagina sempre sul mio blog, tratta dal sito Ignoranza bestiale,

sono delle risposte alle classiche domande che le persone che ignorano alcune cose, fanno.
Cerco ovviamente di limitare il consumo di medicinali, acquisto in caso il generico, che non è testato perché si rifà sui test già fatti, l'omeopatia è un ottimo rimedio.
In questo mio percorso non ho però mai criticato chi mangia carne, è capitato anche di cucinarla, (raramente perché non ne mangia mota) al mio compagno, con amarezza, ma una cosa che ho imparato è che imporre la mia idea e il mio pensiero non è comunque giusto, spero soltanto che prima o poi le persone seguano l'esempio di tutte quelle persone che come me si fanno portavoce della sofferenza degli animali.
Mi è capitato di rispondere ad un commento su You Tube, dove un ragazzo definisce evoluzione della specie il mangiare carne, beh io credo che l'evoluzione della specie sia in realtà non mangiarla, perché dopo più di 20.000 anni forse sarebbe il momento di porre fine a questa pratica barbara.

4 commenti :

  1. A me pare falso sia che l'uomo non è nato carnivoro (a meno che non ci si rifersica ai primi mesi di vita del neonato, che comunque non valgono come esempio), sia che mangiare carne fa male.
    Certo se ne mangi un kg la giorno fa male, ma se ne mangi un po' ogni tanto non può certoi fare alcun danno, anzi, fa solo bene.
    Del resto, pure mangiare troppa frutta fa male (è piena di zuccheri...), bere un litro di vino la giono (se ne bevi un bicchiere non ti fa nulla),, mangiare un kg di gelato invece che due palline, mangiare un etto di pasta al giorno fa male. tutto sta alla dovuta moderazione.
    I medici che vogliono dimostrar ch ela carne fa male in toto, guarda caso, sono tutit medici vegani e vegetariani che cercando di tirare acqua al porprio mulino; infatti ce ne sono molti altri che dimostrano invece che la carne non fa male (quelli ovviament enon vegani o vegetariani).
    Quindi, ognuno si fida solo per quello che si addice di più al mporprio pensiero.
    comunque complimenti per la tolleranza, i vegani e vegetariani che ho conosciuto io (molti) sono le persone più violente (verbalmente e psicologicamente) e intolleranti che abbia mai conosciuto. Probabilmente prendono ad esempio un vegetariano famoso...Hitler.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non voglio creare dibattito o polemica, non lo condivido ma accetto il tuo pensiero.
      Sono molti i vegetariani nella storia, clicca il link e troverai ben altri esempi oltre Hitler,
      http://www.oipa.org/italia/vegetarismo/famosi.html
      Albert Einstein,San Francesco, Martin Luther King,Ovidio,Pitagora, Platone e tantissimi altri.
      Quello che mi chiedo è perchè nella storia,che risale anche all'antica grecia, molti fra gli uomini più eccelsi e intelligenti erano e sono vegetariani o vegani

      Elimina
  2. Mmmmmmmmmm... non per fare polemica ma, a aprte che Einstein non era persona proprio piacevole (maltrattò e abbandonò la prima moglie e chiuse il figlio portatore di handicap in manicomio), non ho mia pensato di dover fare una cosa solo perchè qualcuno famoso l'ha fatta.
    Sarebbe come dire che, siccome mi paicciono i Beatles e i Beatles si drogavano, dovrei provare anche io.
    o, se il tale attore fuma e a me piace, dovrei fumare anche io.
    Non condivido molto questo ragionamento, i famosi di cose ne fanno, nel bene e nel male....qualche volta per farsi pubblicità o costruirsi un'immagine più che altro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il mio discorso non era riferito all'essere famoso o meno, intendevo dire che molti tra scienziati, medici, filosofi e letterati,ovvero dotati di una grande intelletto hanno sposato la causa vegetariana.Di certo non è alla popolarità che mi riferivo.Non credo che Platone lo facesse per immagine, credo davvero che forse molte cose che crediamo giuste in realtà non lo siano e che forse chi si è posto questa domanda ha trovato una risposta diversa da quella che potrebbe sembrare la normalità.

      Elimina