sabato 20 ottobre 2012

Questa è l'era di Biancaneve


Questa è l'era di Biancaneve

Quest'anno da una favola bellissima dei fratelli Grimm sono nati due film, non è la prima volta che viene trasportata in versione cinematografica, ma questa volta la bella Biancaneve non è più un ingenua ragazzina che aspetta il bacio del vero amore per essere salvata ma sarà lei stessa a salvarsi e a salvare il suo regno. Diciamo che nei due film il “girl Power” non è solo uno slogan ma un vero è proprio modo di vivere la vita.
I due film sono molto diversi tra loro, e sono ovviamente pensati per un pubblico diverso tra loro.
Biancaneve “ mirror mirror” titolo originale è un film per tutta la famiglia, dove i colori della pellicola sono forti e accesi, dove il lato gioviale traspare, mentre Biancaneve e il Cacciatore è una versione più Dark, più guerrafondaia, una versione dedicata ad un pubblico non sicuramente di fanciulli, ma oltre “ai colori della pellicola”, la differenza sta anche negli effetti speciali il primo ne è praticamente privo, il secondo invece ne è impregnato, diciamo che un misto epico/dark/fantasy, tra battaglie tipo “king arthur” con questi rallentamenti di immagine dove i protagonisti si guardano a rallenty nel bel mezzo della battaglia, incontri con gli abitanti fatati del bosco, insomma a me è piaciuto molto, anzi mi sono piaciuti entrambi.

Comunque il primo di cui vi parlerò è Biancaneve "mirror mirror” il titolo originale che  secondo me doveva rimanere tale anche nella versione italiana, ma come sempre qui dobbiamo stravolgere un po' le cose se no non ci piacciono.
La protagonista è Lily Collins niente meno che la figlia di Phil Collins, batterista dei Genesis e cantante che io adoro, Julia Roberts nei panni della cattiva regina, Armie Hammer rampollo di una famiglia di ricconi sarà il principe Andrew Alcott, Robert Emms il suo valletto, Nathan Lane sarà Brighton il servo devoto della regina, ed ovviamente ultimi ma non meno importanti saranno i 7 Nani:
Mark Povinelli: Mezzapinta
Danny Woodburn: Grimm
Jordan Prentice: Napoleone
Ronald Lee Clark: Risata
Sebastian Saraceno: Lupo
Martin Klebba: Macellaio
Joe Gnoffo: Mangione
Dulcis in fundo il re interpretato da Sean Bean.
E' una rivisitazione come sopracitato della favola dei fratelli Grimm, troviamo da un lato la perfida regina cattiva che in preda ad una crisi di mezza età e con un regno caduto in disgrazia tenterà di sposare il molto più giovane di lei principe, dall'altro la pura e dolce Biancaneve che sfuggita alle grinfie della regina si aggrega ad una banda di ladri formata da 7 nani. Con il loro aiuto si trasformerà in una guerriera pronta a tutto per riprendersi il regno e i principe.
Il film che segue una linea comica un po' farneticante, ci darà alla fine la sua morale, una giusta lettura tra bene e male e che bisogna lottare per ciò in cui crediamo.


Un film da guardare

 

Nessun commento :

Posta un commento