domenica 18 novembre 2012

Biancaneve e il Cacciatore



Biancaneve e il Cacciatore


E per il ciclo Biancaneve,  oggi parleremo della parte oscura di Mirror Mirror che è sicuramente Biancaneve e il Cacciatore, che in questi toni dark e in questo mondo epico tra troll e nani, ci regala questa nuova versione di questa favola.


Prodotto dalla Universal Pictures, con la regia di Rupert Sanders con: 
Kristen Stewart: Biancaneve,
Chris Hemsworth: Eric, il cacciatore
Charlize Theron: Ravenna, la Regina cattiva
Sam Claflin: Principe William
Vincent Regan: Duca Hammond
Noah Huntley: Re Magnus
Liberty Ross: Regina Eleanor
Ian McShane: Beith
Bob Hoskins: Muir
Johnny Harris: Quert
Toby Jones: Coll
Eddie Marsan: Duir
Ray Winstone: Gort
Nick Frost: Nion
Brian Gleeson: Gus
Lily Cole: Greta
Sam Spruell: Finn, fratello della Regina
Christopher Obi Ogugua: Specchio magico



Anche qui la fanciulla,dopo essere stata rinchiusa per anni in una torre, troverà la forza e sarà in grado di affrontare la malvagia regina Ravenna, assassina di suo padre il Re e usurpatrice del regno, combatterà orde di nemici dell'Armata oscura, spezzerà cuori e si riprenderà ciò che è suo di diritto.
Per poter rimanere sempre giovane e bella, la Regina Ravenna, sarà costretta a prosciugare della loro beltà le giovani abitanti del villaggio, e sfruttare tutto questo a suo vantaggio, aiutata dal fratello sempre fedele. 
Sarà però lo specchio magico a rivelarle che una giovane donna la supererà presto in bellezza mettendo a rischio il suo regno di terrore, e che questa giovane donna è proprio Biancaneve.
Ed ecco che assolda il cacciatore che da ruolo marginale lo ritroviamo protagonista , colui che addestra aiuta e forse non si sa si invaghisce della bella principessa, stanca di aspettare il suo principe azzurro.
I nani, costretti a rubare per poter vivere, ricoprono il ruolo di aiutanti di Biancaneve, ma saranno anche delle guide che porteranno la prescelta alla vittoria.
Il film secondo me è molto bello, e questa chiave rivisitata di Biancaneve la rende più una favola per adulti.

Una curiosità, il film si è trovato al centro di una bufera, i nani in realtà non sono veri nani, sono attori ridimensionati al computer, così i nani di Hollywood hanno intentato causa e a capeggiare questa causa è l'attore Matt McCarthy anch'esso affetto da nanismo, che ha minacciato una marcia di nani fino gli studios della Universal in una lettera alla produzione scrive che: 
utilizzare degli attori di altezza normale per interpretare il ruolo di nani è come reclutare un bianco per la parte di un uomo nero afro-americano, per poi colorarne la pelle in post produzione.
Come dargli torto!!!

2 commenti :

  1. sinceramente non avrei mai pensato che -biancaneve fosse un personaggio cosi interessante da ricavarne tutte queste versioni cinematografiche, anche con diverse interpretazioni...se poi la facciamo interpretare da quella patata lessa di Kirsten Stewart, posso ben dire che molto difficilemnte vedrò il film.
    concordo con quanto affermato dall'attore in questione, ma la cosa non è nuova: spesso succede che a interpretare personaggi grassi o obesi si chiamino attori normali che vengono ritoccati al pc o con apposite protesi.

    RispondiElimina
  2. Noto che Kirsten Stewart non è l'attrice più amata, non sei la prima a dirlo. Ti dirò il film è davvero carino, una favola nuova nel suo genere.
    Provare per credere ;-)Hai ragione anche tu, è vero anche nel ruolo degli obesi si scelgono attori magri, chissà perchè!!!

    RispondiElimina